Pd: svuotare il Cara di Gradisca

Due consiglieri regionali del Pd, Franco Codega e Silvana Cremaschi, hanno visitato il Cara di Gradisca d’Isonzo, Gorizia, a distanza di due anni dall’ultima volta. Hanno rilevato l’eccessivo sovraffollamento del Cara: in stanze che dovrebbero ospitare quattro persone, ne sono stipate 11. Per svuotare il centro sarebbe necessario che tutti i comuni aderissero allo Sprar. Invece ne mancano all’appello 118, a fronte di 98 che sono entrati a far parte del progetto. I due consiglieri notano anche che i locali dell’ex Cie, attualmente adibiti ad ospitare i richiedenti asilo, sono ancora circondati da gabbie metalliche, che hanno sicuramente un impatto negativo.
Andrebbero smantellate? Il fatto è che le indiscrezioni che sono state diffuse nei mesi scorsi a proposito del piano Minniti (un Cpr in ogni regione) dicono che il centro per i rimpatri friulano verrà allestito proprio a Gradisca. Insomma, il Cie potrebbe tornare ad assumere la sua vecchia funzione, quindi le sbarre sarebbero necessarie. Ma la questione non viene affrontata nel dibattito pubblico, almeno in questi giorni.
Intanto nella vicina Gorizia desta qualche preoccupazione l’aumento dei migranti accampati alla meno peggio nel parco della Valletta del Corno. Si stanno studiando dei piani per ospitarli alla Caritas o in galleria Bombi, mentre il sindaco minaccia di far scattare l’ordinanza anti-bivacco, e multare chi fa i propri bisogni nei parchi e nei luoghi pubblici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...