Forza Italia, no hotspot a Crotone

Il coordinamento provinciale di Forza Italia ha ribadito il suo secco no alla realizzazione di un hostpot a Crotone. Poche ore prima, rappresentanti nazionali e regionali dello stesso partito avevano tenuto una conferenza stampa a Lamezia, per annunciare una petizione popolare per impedire la realizzazione dei tre hotspot in Calabria annunciati dal Ministro dell’Interno Minniti. Tre le preoccupazioni di Forza Italia a Crotone: il problema sicurezza, la facilitazione dei flussi migratori sul territorio, e l’eventuale concomitanza con gli approdi crocieristici.
Reazioni all’annuncio di Minniti arrivano anche da Palermo, un’altra delle città indicate come sede di hotspot. Dopo che il sindaco si è detto contrario all’ipotesi dell’apertura del centro “incompatibile con la nostra storia prassi e cultura”, il consigliere del Movimento 5 Stelle Igor Gelarda gli ha fatto notare che “a Palermo un hotspot per l’identificazione dei migranti di fatto già esiste, e grava totalmente sulle forze della Questura e sul sacrificio dei poliziotti. Basta andare nell’atrio degli uffici della polizia scientifica a San Lorenzo per rendersene conto, con scene da terzo mondo”. Spiega Gelarda: “I migranti vengono ammassati per terra sotto gazebo inadeguati ad accoglierli, specialmente donne e bambini, al caldo in estate e al freddo in inverno. Le condizioni igieniche sono inaccettabili, senza possibilità di lavarsi né un presidio medico”.
Uno pensa: visto che il consigliere è così preoccupato per l’assenza di una struttura attrezzata allo scopo, è favorevole all’hotspot. E invece no. “Sarebbe una struttura inutile, se non dannosa, dove gli extracomunitari resterebbero confinati per chissà quanto tempo”.
Insomma, identificarli alla meno peggio in questura non si può, identificarli in una apposita struttura neanche. E quindi?
Cn24 riporta un comunicato del capogruppo forzista di Corigliano Calabro, un altro dei sei comuni interessati dall’apertura di hotspot. La decisione del Governo “non può lasciare inermi tutti coloro i quali hanno a cuore le sorti del territorio”, bisogna “mantenere alta la guarda”, dice l’esponente locale. E’ necessario “debellare ogni tentativo di concreta attuazione di tale scellerato disegno governativo”, mobilitando iscritti e liberi cittadini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...