Rimpatriato egiziano

Un trentunenne egiziano è stato rimpatriato, secondo quanto scrive Milano Today, dopo un periodo di permanenza nel Cie di Torino.
L’uomo era stato fermato mentre si aggirava in aeroporto, con una spranga, dopo che gli era stato impedito di salire su un volo per l’Egitto, a causa della sua alterazione psicofisica.
Racconta il sito che era la sua famiglia ad avere organizzato il volo, preoccupata per la sua radicalizzazione.
I fatti dovrebbero risalire ai primi di giugno: secondo il sito il 12 giugno l’egiziano è stato dimesso dall’ospedale in cui era stato portato e accompagnato al Cie. La sua permanenza nel centro di espulsione sarebbe durata un paio di settimane.
Il Secolo Xix specifica che l’uomo era stato fermato nell’area cargo dell’aeroporto, in stato confusionale, mentre minacciava di compiere azioni terroristiche con una spranga in mano. Era stato quindi condotto al reparto di psichiatria dell’ospedale di Busto Arsizio, prima di finire al centro di espulsione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...