Palermo, 15 arresti

15 persone sono state arrestate nell’ambito di un’indagine della Guardia di Finanza di Palermo con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata a favorire l’immigrazione clandestina.
Il capo dell’organizzazione era tunisino, la manovalanza era italiana. Il gruppo si occupava di sbarchi, di documenti falsi, e anche di contrabbando del tabacco.
In una intercettazione “un potenziale passeggero” “manifestava il timore di essere respinto dalle autorità di polizia italiane per ragioni contrasto al terrorismo”. Il Corriere parla di “sospetti jihadisti”, anche se non sembra siano state formalizzate accuse precise in merito.
Un finanziere è rimasto ferito gravemente inseguendo sui tetti uno degli arrestati.
L’articolo del Corriere si conclude con una frase isolata attribuita al Garante Nazionale dei detenuti, Mauro Palma, il quale avrebbe parlato di promiscuità tra persone rinchiuse nei Cie, dove chi è irregolare dal punto di vista amministrativo viene messo accanto a chi proviene dal circuito penale.
Apparentemente i centri di espulsione non c’entrano nulla con l’indagine della Guardia di Finanza. Però nell’articolo si dice che lo stratega dell’organizzazione gestiva il denaro e pianificava gli sbarchi dall’interno del carcere di Sollicciano, in Toscana.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...