Tempi: perché Hosni era libero?

Il sito del settimanale Tempi ha dedicato un articolo alla vicenda del ventenne che ha accoltellato due soldati e un agente durante un controllo alla stazione Centrale di Milano.
Il giovane è di padre straniero ma di madre italiana. Ha la cittadinanza italiana, cosa che è stata al centro del battibecco politico nei giorni scorsi.
L’autore dell’articolo sceglie di tralasciare questo aspetto e puntare invece su altro: l’aggressore era già stato arrestato per spaccio, ma rimesso in libertà quasi subito; ha collezionato 357 multe per violazione della ztl col furgone in cui viveva; era sotto effetto di cocaina al momento del controllo delle forze dell’ordine.
“Lasciare ai margini il contrasto della criminalità ordinaria non fa male solo al livello standard di sicurezza e alla percezione di quest’ultima”, dice nell’articolo. “Ha ricadute sulla credibilità del sistema e fa trascurare che il profilo dei terroristi che emerge più di recente è quello di soggetti che esordiscono col crimine che non viene perseguito (furti e piccolo spaccio di droga), e da quest’area di impunità vengono di fatto reclutati per il salto di qualità”.
Dieci giorni fa un articolo di TgCom24 riportava le informazioni sui precedenti di Hosni.
Qualche utente, nei commenti, accusava i mass media di trasformare “un disgraziato senzatetto in un fake militante isis”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...