Il rapporto della Agenzia Ue per i diritti fondamentali

Il Corriere ha dedicato un articolo al rapporto diffuso in questi giorni dalla Agenzia Ue per i Diritti Fondamentali, con sede a Vienna.
Il documento è una semplice raccolta di dati mensile in materia di immigrazione accoglienza.
Nei primi 3 mesi del 2017 in Italia sono arrivati 24.500 migranti, al secondo posto c’è l’Austria con appena 2 mila arrivi. La Germania da sola accoglie il 60 % del totale delle richieste di asilo. I minori accompagnati giunti in Italia all’inizio dell’anno sono 5.500. A Calais sono accampate di nuovo 600 persone che vogliono arrivare in Gran Bretagna. Eccetera.
Scrive il Corriere che l’Italia viene criticata per domande eccessivamente invadenti ai richiedenti asilo sulle loro esperienze traumatiche e di violenza. (In realtà l’Agenzia si limita a linkare un articolo dell’Espresso).
L’Agenzia ha preso nota del rimpatrio di 40 nigeriani nell’aprile scorso. I centri Sprar italiani sono i meglio attrezzati, ma ospitano 24 mila migranti su 176 mila richiedenti asilo. L’Italia ha stanziato 4,3 milioni per migranti e richiedenti asilo, di cui il 70% sarà speso per accoglienza.
Scrive il Corriere: “L’Agenzia Ue per i diritti fondamentali avanza critiche al nostro Paese per avere detenuto nel Cie di Caltanissetta e poi rimpatriato un marocchino con difficoltà cognitive”.
In realtà l’Agenzia linkava un articolo di Melting Pot in cui si esprimeva preoccupazione per il rischio di un possibile rimpatrio in Marocco per lo studente universitario, che ricordiamo si trovava a Caltanissetta per avere generato il panico alla mensa universitaria di Palermo con frasi che erano state interpretate come minacce terroristiche.
Secondo quando hanno scritto i siti locali, ieri sarebbe dovuta avvenire la liberazione del giovane, che dovrà poi andare in una comunità di recupero del trapanese, dove seguirà un percorso riabilitativo.
Notizia che è sfuggita al Corriere (e ai siti di informazione nazionali) che dà per scontato l’avvenuto rimpatrio.
Il rapporto dell’Agenzia europea è disponibile sul sito ufficiale, in lingua inglese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...