Decoro

La parola “decoro” è diventata abbastanza ricorrente nel dibattito pubblico. Si susseguono operazioni e ordinanze che hanno a che fare col decoro. In campagna elettorale è una parola chiave della propaganda di destra, insieme a “sicurezza” e “identità”.
A Roma la Polizia Locale ha svolto vari interventi pochi giorni fa nei pressi delle stazioni di Ostiense e Termini. Obiettivo: ripristinare il decoro. In pratica hanno sequestrato merce agli ambulanti non autorizzati, avviandola al ciclo di smaltimento dei rifiuti non trattabili”, hanno rimosso bivacchi e giacigli, cancellato scritte offensive e rimosso manifesti abusivi.
Scrivono i siti di informazione che alle operazioni hanno partecipato agenti del Pics e personale del reparto Nae, Nucleo Anti Emarginazione.
Non spiegano di che si tratta. Pics è il Pronto Intervento Centro Storico, alle dirette dipendenze del Sindaco di Roma, che ha il compito di contrastare i fenomeni di degrado urbano nel centro storico. Quello che viene presentato come Nucleo Anti Emarginazione è probabilmente il Nucleo Assistenza Emarginati, una squadra della polizia locale che si occupa di situazioni di disagio sociale, tra cui insediamenti abusivi, barbonismo domestico, nomadi.
10 nordafricani sono stati identificati nella notte del 9 maggio, ma si sono tutti allontanati rifiutando l’assistenza. Anche i venditori abusivi hanno fatto perdere le loro tracce.
Il bilancio del terzo giorno di operazioni è stato diffuso in un comunicato: 4 egiziani allontanati dal monumento ai caduti a Dogali, 3 giacigli rimossi dal sottovia Turbigo, altre persone senza fissa dimora allontanate dal porticato d’accesso alla stazione Termini.
A Tortona il sindaco ha firmato un’ordinanza mirata a contrastare l’accattonaggio molesto, che vieta anche l’utilizzo di strumenti idonei a imbrattare edifici, monumenti, attività commerciali e arredi urbani, nonché il consumo di il bivacco in aree pubbliche da parte di chi consuma alcolici e superalcolici.
L’ordinanza, per legge, ha una durata temporale limitata.
Il problema dell’alcol è sentito anche a Ravenna, dove è stata diffusa la consueta ordinanza estiva sul divieto di consumo all’aperto di bevande alcoliche, ovvero bevande in bottiglie di vetro, lattine, e “altri contenitori atti a offendere”.
L’ordinanza al momento è in vigore solo nel weekend, dal 30 giugno al 3 settembre sarà in vigore tutti i giorni.
A Torino gli anarchici hanno annunciato la diffusione di un volantino dal titolo “Il governo fa la guerra ai poveri”.
“A Torino si moltiplicano si sfratti, mentre ci sono migliaia di appartamenti vuoti. Per il governo chi occupa una casa vuota offende il decoro, i proprietari che affittano a prezzi altissimi invece sono bravi cittadini. Per la nuova legge chi occupa, oltre alle solite denunce, rischia di essere allontanato dal proprio quartiere o dalla propria città”, scrivono gli attivisti.
“I primi effetti delle nuove leggi sono sotto gli occhi di tutti: rastrellamenti di massa nelle stazioni e nelle periferie. A Milano hanno perquisito e portato in questura tutti quelli che avevano l’aspetto di stranieri poveri”.
L’operazione alla stazione milanese ha attirato l’attenzione dei mass media nazionali, anche perché è stata strumentalizzata da alcune forze politiche.
A Roma c’è stata tensione a causa della morte di uno straniero nel corso di un’operazione anti abusivismo dei vigili. Si era sparsa la voce che era stato investito, ma l’autopsia ha escluso fratture e contusioni, parlando di morte per cause naturali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...