Torino, i 5 Stelle contro il Cie

Due consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle del Piemonte hanno emesso un comunicato in cui criticano il potenziamento del Cie di Torino.
“I Cie sono dei veri e propri centri di detenzione e la Corte Europea dei Diritti Umani è stata la prima a bocciarli”, scrivono i due, che commentano una notizia recente: “Per volere della legge Minniti il Cie di Torino non solo non verrà chiuso ma si prospetta, come appreso da organi di stampa, un potenziamento ed una specializzazione nella permanenza dei soggetti più pericolosi come terroristi e jihadisti”.
Il comunicato non spiega in cosa consiste il potenziamento, né spiega perché sarebbe un problema rinchiudere nel Cie i potenziali terroristi. Finora i centri di espulsione venivano criticati perché vi venivano rinchiuse persone incensurate, che non hanno commesso né avevano intenzione di commettere reati. E a dire la verità il decreto Minniti non esclude che nei nuovi Cie vengano rinchiusi stranieri colpevoli solo di non avere i documenti in regola.
Comunque, i pentastellati propongono l’alternativa: i soldi stanziati per i Cie sarebbero dovuti essere utilizzati “per accelerare la macchina burocratica, per attivare gli uffici e il personale addetto all’accoglienza e all’eventuale rimpatrio”. E si scagliano contro la giunta Chiamparino che “si è sempre dichiarata per la chiusura del Cie ma non è riuscita a far valere la propria posizione con un ministro del proprio partito”.
C’è da dire che Minniti ha stabilito che i nuovi Cie dovranno essere realizzati lontano dai centri abitati. Il centro di espulsione torinese si trova in un quartiere residenziale. Non è escluso che ci possa essere uno spostamento, anche se apparentemente non è una priorità del Governo. Nei prossimi mesi dovranno essere realizzati centri di espulsione nelle 14 regioni in cui mancano.
Qualche dettaglio in più sul “potenziamento” del Cie torinese è stato diffuso da Torino Today: al termine dei lavori di manutenzione, i posti disponibili saranno 125 anziché 118. Sette in più. Una stanza sola, probabilmente. Non molto, tenuto conto che il centro aveva in origine una capienza teorica di 180 posti. A dicembre la Commissione Diritti Umani del Senato diceva che i posti disponibili erano solo la metà, 90. Insomma non si sta potenziando il Cie, si stanno solo ripristinando le stanze che erano finite fuori uso, forse danneggiate nel corso di qualche rivolta.
Torino Today dice che “dovrebbero essere realizzate 20 strutture in tutta Italia che aumenteranno la capienza di 1600 posti”.
In realtà le strutture dovrebbero essere 18 in tutto, ovvero una per ogni regione escluse Molise e Val d’Aosta. E quattro esistono già. Sarebbero strutture da 80-100 posti ciascuna, per cui il numero 1600 si riferisce alla capienza totale che verrà raggiunta.
Sempre Torino Today fornisce alcuni dati sui rimpatri dal locale centro di espulsione: “Nel 2016 nella struttura di corso Brunelleschi sono stati 529 i trattenuti e successivamente espulsi dal territorio e 259 i dismessi per mancata identificazione dei paesi d’origine”.
Non si sa da dove provengono questi dati, né se siano stati riportati in maniera accurata. Di solito si dice che la percentuale di rimpatri da un Cie è vicina al 50% (dati2015). Potrebbe essere che su 529 trattenuti, 259 siano stati rilasciati? O il Cie di Torino è davvero più efficiente rispetto agli altri? O il rendimento dei Cie è migliorato rispetto al passato? Non si sa. E comunque i numeri precisi non interessano a nessuno, per lo meno sul web.
Come pure non si sa quanto è accurato il riferimento alla bocciatura dei Cie da parte della Corte Europea dei Diritti Umani, fatta dai cinquestelle piemontesi. E’ vero che la Corte ha bocciato i Cie?
Il post di Grillo che definisce il decreto Minniti “un fallimento annunciato dice: “Aprire un Cie per regione, come propone il Ministro Minniti, rallenterebbe solo le espulsioni degli immigrati irregolari e non farebbe altro che alimentare sprechi, illegalità e mafie con pesanti multe (pagate dai cittadini italiani) per la violazione di sentenze della Corte di Giustizia Europa [sic] e della Corte Costituzionale in materia di diritti umani”. E l’articolo fornisce un link al rapporto della Commissione Diritti Umani del Senato dell’anno scorso, in cui non viene nominata mai né la Corte di Giustizia europea, né la parola “multa”.
In effetti c’è stata una condanna della Corte Europea dei diritti umani, ma relativa ai respingimenti in mare, ed è quella che è stata ricordata in articoli recenti che riportavano le reazioni al post di Grillo.
In base a quella condanna, l’Italia avrebbe dovuto risarcire 15 mila euro a testa alle 22 vittime. I fatti risalgono al 2009, la condanna è arrivata nel 2012.
Ma Grillo si riferiva a quello o a qualcos’altro?
Chissà. E a proposito di Cie: Repubblica all’inizio di gennaio ha riportato alcune dichiarazioni del capo della polizia Gabrielli. Secondo cui “i Cie rispondono esclusivamente alle esigenze delle forze di polizia di non essere distratte dal territorio. Oggi ne abbiamo due operativi, Torino e Caltanissetta: se una persona viene fermata a Massa Carrara deve essere portata a Torino, e se il centro fosse pieno a Caltanissetta, il che significa perdere 3-4 persone per 5-6 giorni, con incidenza sulle volanti del territorio”.
Due Cie operativi? In realtà è operativo anche quello di Brindisi, visitato pochi giorni fa dal vicepresidente della commissione Cie-Cara della Camera, e che a dicembre aveva 47 posti occupati su 48. Forse per quello non è stato nominato da Gabrielli nel suo esempio: evidentemente in quei giorni non era disponibile perché aveva tutti i posti occupati. Il quarto Cie, quello di Roma, invece è evidentemente ancora del tutto inagibile nel settore maschile, distrutto dalle rivolte. Può ospitare solo donne. 125, sulla carta, meno della metà nella realtà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...