Migranti in arrivo a Cagliari, Sap protesta

In vista di un nuovo sbarco di migranti a Cagliari il sindacato di polizia Sap annuncia battaglia. Lo sbarco avviene in periodo di ranghi ridotti per via delle ferie pasquali. I poliziotti in città sarebbero comunque sotto organico del 30%. I lavori nell’ufficio immigrazione non sono ancora iniziati. I poliziotti sono “sempre meno e sempre più stanchi”. “Il trend dei nostri organici è tragicamente in negativo senza alcun innesto all’orizzonte, a monte di pensionamenti sempre più numerosi”, dice un esponente del sindacato, secondo quanto riporta Casteddu Online.
Ad attaccare duramente sullo stesso fronte è Fratelli d’Italia, come riporta un altro articolo dello stesso sito. L’arrivo di 800 migranti sarebbe previsto per oggi. Non si tratta solo di nuclei familiari, segnala il partito, preoccupato per gli arresti che avvengono quasi quotidianamente e per il degrado sociale che aumenta, mentre gli amministratori locali non vengono ascoltati.
Scrive La Nuova Sardegna che la nave Siem Pilot sbarcherà 816 persone, di cui 130 sono donne e 109 i minori.
Tutti verranno smistati tra le strutture sarde, una metà nel cagliaritano, duecento in provincia di Sassari, gli altri divisi tra Nuoro e Oristano.
Le operazioni di smistamento potranno durare un paio di giorni, durante i quali i migranti rimarranno nel molo Ichnusa del porto di Cagliari.
Scrive il sito che la stessa nave, la norvegese Siem Pilot, aveva sbarcato 900 migranti a Cagliari il 23 marzo scorso.
Apparentemente la Siem Pilot svolge operazioni di salvataggio e controllo delle frontiere. Su Youtube c’è un servizio che racconta lo sbarco di 664 migranti al molo rinascita del porto di Cagliari, avvenuto a ottobre 2015.
Un altro filmato girato a Reggio Calabria nel settembre 2015, mostra le immagini grezze dei migranti che scendono dalla nave: 487 in quel caso, tra cui 34 minori e 6 donne in stato di gravidanza.
I principali siti web non approfondiscono la questione, ma sembra che il primo salvataggio operato dalla Pilot risalga al giugno 2015. La nave avrebbe iniziato ad operare nell’ambito dell’operazione Triton, condotta dall’agenzia europea Frontex.
I siti web non scrivono dove è avvenuto il salvataggio. Dai dati di navigazione sembrerebbe che la nave provenga da molto lontano, dalle acque tra Malta e la Tunisia. Si troverebbe ora circa a metà strada tra la Sicilia e la Sardegna.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...