Emma Bonino sull’immigrazione

Emma Bonino ha partecipato alla kermesse del Pd al Lingotto di Torino.
Ha parlato anche di immigrazione. Fanpage riporta uno stralcio del suo intervento: “Bisogna avere il coraggio di essere impopolari sui migranti. I decreti di Minniti sono parziali e non risolvono la situazione. Non credo che diminuire le protezioni giurisdizionali aiuti, non credo che moltiplicare i Cie aiuti, non credo che aiuti l’idea che li rimandiamo tutti indietro. Noi non abbiamo lo stomaco per reggere l’idea di rimandarli in Libia, in posti che sono la cosa più vicina ai lager che esista, o metterli in buchi infernali di due metri per due metri, con donne e bambini. La Bossi-Fini va superata, il reato di clandestinità è una stupidaggine, non serve a niente ed è controproducente”.
Il sito ironizza: “Un intervento salutato da una vera e propria ovazione, in particolare nei punti in cui Bonino ha attaccato duramente alcuni aspetti del decreto Minniti, ora in corso di esame presso le commissioni Giustiza e Affari Costituzionali del Senato … Ma i militanti renziani sanno che il Pd è al Governo? Sanno che Minniti è uno di loro? Sanno che il reato di immigrazione clandestina è sempre lo stesso per colpa esclusiva del governo Renzi?”
L’articolo informa anche che i termini entro cui l’esecutivo doveva trasformare il reato di clandestinità in illecito amministrativo, come da mandato del Parlamento, sono scaduti, rendendo nullo il voto.
Di orientamento completamente diverso un articolo comparso ieri su Affari Italiani. Titolo: “Marco Minniti: è nata una stella”, “nuova stella nascente del Pd”.
“Marco è l’uomo che risolve i problemi”, si legge nell’articolo, “in pochi mesi ha dato segnali forti e chiari all’opinione pubblica che era ora di cambiare dopo la pessima gestione di Angelino Alfano che ha fatto diventare l’Italia un colabrodo di sbarchi”. La proposta di Minniti “ha provocato la solita reazione buonista sia dentro che fuori il partito, ma Marco ha tirato dritto gettando acqua sul fuoco e intanto proseguendo l’iter legislativo”. “Marco Minniti è in crescita di popolarità, sia interna che esterna, e ha tutte le carte in regola per prendere in mano il partito”.
Intanto da Perugia arrivano dati locali riguardanti le espulsioni. “L’ufficio immigrazione della questura chiude il primo trimestre del 2017 con un netto segno positivo nell’attività di contrasto all’immigrazione clandestina”, scrive Umbria 24, senza tenere conto del fatto che l’anno è iniziato solo da due mesi e mezzo. “Pugno di ferro della questura di Perugia”, scrive invece Perugia Today.
I dati dicono che dall’inizio dell’anno ci sono stati 65 provvedimenti di espulsione. In 22 casi c’è stato un accompagnamento alla frontiera per rimpatrio immediato. In 10 casi c’è stato un accompagnamento al Cie, da cui si presuppone ci sia stato un rimpatrio nel giro di due o tre mesi. O anche un rilascio: i mass media non verificano se lo straniero viene effettivamente rimpatriato e dopo quanto tempo.
Nel restante 50% dei casi, gli stranieri “espulsi” hanno soltanto ricevuto un ordine scritto di lasciare il territorio nazionale, e sono stati rilasciati. (Cinque di loro erano entrati regolarmente in Italia, ma è venuto fuori che hanno perso i requisiti per la loro permanenza).
Forse anche alcuni di questi espulsi sarebbero stati accompagnati al Cie, se ci fossero stati posti disponibili. Ma i centri in funzione sarebbero soltanto quattro (di cui solo tre maschili). E’ per questo che il Ministro vuole aprirne di nuovi.
Tuttavia, quelli che c’erano sono stati chiusi dopo essere stati devastati nel corso delle rivolte. Dal Ministero non hanno ancora spiegato quali provvedimenti prenderanno per evitare che anche i nuovi Cie facciano la stessa fine.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...