Due tunisini espulsi

Due tunisini sono stati espulsi per motivi di sicurezza dello Stato.
Uno di due è un quarantasettenne, trattenuto nel Cie di Caltanissetta e poi imbarcato su una nave a Palermo con destinazione Tunisi. Di lui si sa solo che il suo numero risultava tra i contatti di Anis Amri, l’attentatore del mercato di natale di Berlino.
L’altro invece è uno spacciatore individuato “nell’ambito del monitoraggio della comunità islamica della provincia di Perugia”. Scrive Il Fatto Quotidiano che durante la sua pregressa permanenza a Lucca aveva evidenziato simpatie per l’Isis, senza escludere la possibilità di recarsi in Siria. Sarebbe stato fermato a Palermo una decina di giorni fa, trattenuto nel Cie di Caltanissetta e poi “rimpatriato con un volo diretto a Tunisi”.
Se entrambi sono stati portati a Tunisi, perché uno è stato imbarcato su una nave e uno su un aereo? Non si sa.
Comunque il Fatto scrive che dall’inizio del 2017 sono già 15 gli accompagnamenti alla frontiera di “soggetti gravitanti in ambienti dell’estremismo religioso”, 147 dal gennaio 2015. A quanto pare l’espulsione per motivi di sicurezza viene usata sempre più di frequente.
A gennaio SkyTg24 aveva raccontato dell’espulsione di un altro tunisino, anche lui “collegato” con Anis Amri. In realtà si trattava di un collegamento indiretto: “il tunisino avrebbe tenuto contatti con un estremista connazionale, membro dello Stato Islamico, a sua volta entrato in collegamento con l’attentatore di Berlino”, scriveva il sito.
Comunque non era solo quello il motivo dell’allontanamento: l’uomo aveva manifestato “significativa propensione alla violenza”, ed era già stato denunciato nel 2015 per rapina e lesioni personali aggravate. Di più non si sa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...