Palazzotto, relazione di minoranza

Il deputato di Sinistra Italiana Erasmo Palazzotto, segretario della Commissione d’Inchiesta Cie-Cara, ha presentato una relazione di minoranza. “Ho dovuto, ahimè, constatare come la commissione non sia affatto indipendente dal Governo e abbia spesso voluto insabbiare ciò che avviene nei grandi centri d’accoglienza”, scriveva Palazzotto su Facebook il 13 gennaio. “Un atteggiamento più attento a mantenere in piedi equilibri politici che a ricercare le falle di un sistema che non funziona. Così è successo con la relazione sul sistema degli hotspot presentata dalla maggioranza in Commissione, relazione che invece di denunciare le storture tende a giustificarle”.
Alla conferenza stampa di presentazione della relazione ha partecipato anche il deputato Nicola Fratoianni, anche lui di Sinistra Italiana, che però non fa parte della Commissione.
Scrive il Sole 24 Ore che i deputati di Si intendono evidenziare il fatto che “i sistemi di detenzione negli hotspot sono illegali sotto il profilo istituzionale”, perché non autorizzati da nessuna legge e contrari a quanto stabilito dalla Costituzione.
“La detenzione nei centri per più di 48 ore senza l’intervento di legittimazione di un giudice è illegale dal punto di vista Costituzionale”, ha detto Fratoianni.
“Il sistema dei Cie ha fallito”, dicono ancora i deputati, “è servito solo ad alcuni gruppi imprenditoriali per speculare sulle vite delle persone”.
Sinistra Italiana chiede di sospendere gli accordi sui migranti con Turchia, Egitto e tutti i governi che non rispettano diritti umani e libertà.
Una delle proposte è quella di istituire un permesso di soggiorno per motivi di “ricerca di lavoro”.
Il Giornale riassume tutto così: “Condizioni igieniche pietose, commistione di migranti affetti da scabbia e soggetti sani, opacità nella gestione dell’accoglienza, difficoltà di identificare i nuovi arrivati”.
Dinamo Press entra più nel dettaglio dei contenuti della relazione, e riferisce anche di una polemica a proposito del “tentativo di insabbiamento” di un’altra relazione, quella che riguarda la gestione del Cara di Mineo. “Esiste un rapporto perverso tra le cooperative, Ncd e i vertici del Cara in provincia di Catania”, ha detto Palazzotto.
Sulla questione degli hotspot invece afferma: “nel corso dei mesi abbiamo dovuto constatare come alla gran mole di lavoro conoscitivo della commissione non sempre corrispondesse un’adeguata e consequenziale capacità di denuncia”.
Il presidente della Commissione, Federico Gelli, Pd, non ha commentato pubblicamente la relazione di minoranza.
Anche gli altri esponenti di minoranza della Commissione non si sono espressi. Eppure su alcuni punti la posizione è comune. Il 7 gennaio scorso Giuseppe Brescia, Movimento 5 Stelle, ha pubblicato un comunicato firmato dalle altri due parlamentari del M5s che fanno parte della commissione di cui lui è vicepresidente, a proposito del Cara di Mineo.
Il centro viene definito, sulla base degli ultimi sviluppi di un’inchiesta dei pm di Catania, “una vera e propria macchina elettorale, che abbiamo denunciato più e più volte con atti di sindacato ispettivo ai quali non abbiamo mai avuto risposta, e con una mozione con la quale chiedevamo la chiusura del centro di Mineo, bocciata dalla maggioranza di Governo”.
Mineo, secondo i parlamentari del Movimento 5 Stelle, sarebbe “quel posto dove corruzione, malaffare e lesione dei diritti umani si intersecano … Noi non saremo mai complici di un sistema del genere, continueremo a denunciare, e chi di dovere dovrà prendersi le sue responsabilità, non potrà dire di non sapere”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...