Chi chiede asilo deve lavorare

Scrive il Corriere della Sera che nel pacchetto di norme in materia di immigrazione che verrà presentato in Parlamento mercoledì prossimo dal Ministro dell’Interno Marco Minniti ce n’è anche una che prevede che chi chiede asilo in Italia dovrà svolgere lavori socialmente utili mentre attende la risposta.
Scrive il sito che “l’appuntamento è fissato davanti alla commissione Affari Costituzionali, nell’ambito di un progetto che coinvolge anche le regioni e i comuni”.
Inoltre l’articolo parla di una missione in Germania del Ministro Minniti, prevista in questi giorni, per discutere una linea comune europea sull’immigrazione.
Sul fronte Cie nessuna novità di rilievo: a Roma, Torino, Crotone e Caltanissetta “si è deciso di utilizzare i centri già operativi”; Valle d’Aosta e Molise sono escluse dal progetto; ne restano da aprire quattordici, uno per regione, per cui “si stanno individuando gli edifici adeguati”.
L’articolo non parla della situazione in Puglia, dove c’erano due centri di espulsione, a Bari e Brindisi, che in molti pensano siano stati chiusi, non si sa quando. Un lancio dell’Agi di due settimane fa in realtà dice che il Cie di Brindisi è aperto e operativo, ed ospita 48 stranieri. Il Cie di Bari invece è stato chiuso “dopo la rivolta del febbraio scorso”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...