Saronno, tre giorni conto le frontiere

Il centro sociale Telos (Territorio Libero Occupato Saronnese) ha occupato un edificio a Saronno per una tre giorni di “discussioni ed iniziative” in tema di frontiere, che si è conclusa ieri.
Venerdì ci sono stati presidi contro le Poste, la cui compagnia aerea viene utilizzata per i rimpatri dei migranti. Sabato invece c’è stato un presidio di fronte ad un’agenzia di viaggi che si occupa di noleggiare i pullman usati per i loro trasferimenti.
Della notizia si è occupato Il Saronno, che ha pubblicato varie foto del presidio. “Non vedo folle oceaniche a sostegno delle loro idee”, commenta uno dei lettori. “Forse non si sono resi conto che fanno solo tanto chiasso senza avere nessun seguito, altrimenti non sarebbero sempre e solo i soliti quattro gatti”.
Il Saronno pubblica anche le foto delle numerose scritte a vernice rossa che sono comparse sulle vetrine dei negozi dello shopping e sulla filiale di di una banca. Scritte contro i centri di espulsione, i ricchi e le forze dell’ordine, che hanno provocato l’estrema indignazione dei lettori del sito.
I quali scrivono “se non li manganella la celere ci penseranno i saronnesi”, “fuoco ai telos”, “devono intervenire i cittadini durante la loro manifestazione e randellarli fino a che non si faranno sei mesi di ospedale tutti quanti”, “speriamo che vengano sprangati”, eccetera eccetera.
Alcuni utenti se la prendono anche contro questore e sindaco che non sono intervenuti con la forza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...