Potenza, minacce agli operatori del centro migranti (?)

Tre stranieri (un nigeriano e due gambiani) sarebbero stati rilasciati dopo che un paio di settimane fa avevano sequestrato e minacciato gli operatori del centro di accoglienza che li ospitava. La notizia è riportata dal sito del Giornale, ma non è confermata dagli altri siti di informazione. Secondo l’articolo gli immigrati avrebbero minacciato di tagliare la testa (o di scannare) gli operatori se non avessero ricevuto più soldi (oggi ricevono 4 euro), cibo “rispettoso delle nostre origini” e condizioni di vita più umane.
Sotto l’articolo, la consueta sequenza di commenti della serie: “fategli fare qualche anno di lavoro forzato alimentandoli con pane e acqua”, “mandateli in Siberia oppure nel Sahara”.
A settembre dell’anno scorso due persone erano state arrestate in provincia di Potenza con le accuse di danneggiamento, percosse e minacce. Si trattava di due nigeriani, marito e moglie, che non avevano ricevuto il pocket money a causa della mancata partecipazione al corso di italiano e avevano iniziato a dare in escandescenze, “danneggiando gli arredi del centro e aggredendo gli operatori”, fino all’arrivo dei carabinieri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...