Posta elettronica contro gli abusi nei Cie

Scrive Repubblica che da lunedì verrà istituito un indirizzo di posta elettronica per denunciare abusi e irregolarità che avvengono nei Cie.
Le mail verranno lette da un dipendente del Ministero dell’Interno.
La decisione è stata comunicata al termine di un incontro tra il Capo del dipartimento Libertà civili e immigrazione del Ministero, Mario Morcone, e una delegazione dei manifestanti che hanno partecipato ad un corteo nelle strade della capitale.
Si è anche discusso delle bidonville che stanno sorgendo nelle campagne, specie nel sud Italia, e delle occupazioni abitative.
“Morcone si è impegnato a studiare delle formule per regolarizzare i braccianti senza permesso di soggiorno”, ha detto una delegata, “Ha riconosciuto la necessità di superare gli accampamenti-ghetto anche perché la legge nazionale prevede ce la casa e il trasporto nei campi siano garantiti dal datore di lavoro. Ha ritenuto necessario avviare un percorso di autocertificazione per ottenere il permesso di soggiorno”.
I movimenti per il diritto all’abitare hanno ottenuto da Morcone l’impegno a lavorare con i ministri competenti per modificare l’articolo 5 del decreto Lupi, che nega agli occupanti la possibilità di avere la residenza, e quindi l’accesso a sanità, istruzione, e iscrizione in graduatoria per la casa popolare.
Lunedì prossimo è previsto un altro incontro con due assessori comunali per cercare di scongiurare lo sgombero di altre 16 occupazioni entro il prossimo mese e mezzo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...