Arrestati quattro presunti scafisti

Quattro stranieri sono stati arrestati con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. “I testimoni hanno permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza” a loro carico, indicandoli come scafisti. Due di loro sono tunisini, 25 e 27 anni, trovati a bordo di una piccola imbarcazione con a bordo 33 connazionali. Altri due, 20 e 29 anni, provengono da Guinea e Senegal. Scrive Repubblica che tutti i tunisini soccorsi sono stati trasferiti presso un Cie per essere rimpatriati. Uno degli arrestati è stato anche denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, per aver “aggredito i membri della nave soccorritrice durante la traversata per l’Italia”. Nelle ultime ore i migranti sbarcati a Pozzallo, provincia di Ragusa, sono 656, tra cui 60 donne e 100 minori.
Una decina di giorni fa due uomini accusati di essere scafisti sono stati assolti da un giudice a Palermo, perché, sembra, erano stati costretti a pilotare le imbarcazioni sotto la minaccia di essere uccisi. Scrive Repubblica che secondo la tesi difensiva “i mercanti di uomini libici, per evitare l’arresto di uomini delle loro organizzazioni, ricorrono a minacce e pesanti intimidazioni nei confronti dei passeggeri per costringerli a pilotare le imbarcazioni di fortuna”. Le accuse da parte dei passeggeri nei confronti dei presunti scafisti devono essere vagliate rigorosamente, dice il giudice, in quanto “tali soggetti extracomunitari trasportati hanno un preciso interesse a rendere dichiarazioni”, perché “ricevono il beneficio, non secondario, di ottenere il permesso di soggiorno per motivi di giustizia”. I due accusati, un senegalese e un gambiano, erano stati visti al timone di un gommone che si era sgonfiato nel corso della traversata, provocando la morte di 12 passeggeri. Rischiavano l’ergastolo, e non l’hanno ancora scampata visto che il pm sta preparando il ricorso contro la decisione del magistrato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...