Ciriacì: non ospitate altri profughi in provincia di Brindisi

L’onorevole Nicola Ciriacì ha annunciato che scriverà ai sindaci della provincia di Brindisi per chiedere loro di non dare disponibilità ad ospitare ulteriori migranti.
“Basta col falso buonismo”, scrive i deputato, secondo quanto riporta Brindisi Sera. “Già a Brindisi ci facciamo carico della prima accoglienza, ma poi della permanenza dovrebbero cominciare a farsi carico anche altri, in Italia e in Europa”. “Il nostro territorio è già saturo”, dice ancora Ciriacì. “Siamo sopra i mille richiedenti asilo e il Cara ne ospita più del doppio rispetto alla sua capienza”.
Nei giorni scorsi, secondo la stampa locale, l’onorevole ha espresso solidarietà e vicinanza al primo cittadino di San Vito dei Normanni, il quale si è dichiarato contrario all’arrivo di nuovi migranti nel territorio del suo comune.
Ciriacì è esponente di Cor, Conservatori e Riformisti, schieramento fondato nel 2015 da alcuni fuoriusciti da Forza Italia, tra i quai Raffaele Fitto.
“Oltre al rischio sociale”, spiega ancora l’onorevole per motivare la sua posizione, “c’è quello economico perché, come raccontato dalla cronaca, spesso il confine tra ospitalità/umanità e business/malaffare si dimostra piuttosto sottile, quando non proprio labile”.
Il sindaco di San Vito a cui l’onorevole avrebbe espresso solidarietà è un esponente del Pd, ex poliziotto e sindacalista.Il mese scorso nel suo comune ci sono stati attimi di tensione quando si è sparsa la voce che 200 “profughi, rifugiati, potenziali terroristi dell’Isis” sarebbero stati ospitati in centro. “Immaginate 200 vagabondi in giro per la città, vicino alle scuole medie, vicino alla pineta, scuola elementare e dell’infanzia, dove è pieno di bambini e adolescenti” ha scritto qualcuno in un comunicato su Facebook. “Dobbiamo stare attenti ai nostri figli, parenti, a noi stessi”. Ne è nata così una manifestazione di fronte al municipio, con la gente che incitava il sindaco ad uscire. “Tra i manifestanti alcuni volti della criminalità locale, ma anche famiglie inconsapevoli”, scriveva Quotidiano di Puglia.
“Non abbiamo potuto fare a meno, ieri pomeriggio di ripensare all’assalto ai forni di manzoniana memoria”, scriveva il locale Pd in un comunicato. “Il corpaccione della folla facilmente suggestionabile che corre dietro agli agitatori di piazza guidati da obiettivi che alla folla naturalmente sono sconosciuti”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...