Gradisca, 20 rinvii a giudizio

20 persone sono state rinviate a giudizio con l’accusa di associazione a delinquere e altri svariati reati fiscali. Tra loro il presidente della Camera di Commercio di Gorizia, i vertici di Connecting People, i direttori di Cie e Cara di Gradisca, i soci della ditta che forniva acqua minerale al Cie, il presidente della Croce Verde.
Scrive Il Piccolo: “secondo l’accusa, tra gestore del Cie e fornitori si era creata un’organizzazione malavitosa che non solo avrebbe frodato nella fornitura di materiali (acqua, materiali non conformi e altro), ma addirittura si sarebbe indebitamente impossessata di denaro inviato dai parenti agli ospiti della struttura gradiscana, circa 100 mila euro in tutto”.
Il 22 settembre gli imputati dovranno comparire in aula. Scrive ancora il Piccolo: “E’ probabile che questo nuovo processo sia riunito al processo ‘madre’ del Cie, dove alcuni indagati prosciolti ieri sono invece imputati di associazione a delinquere”.
L’udienza di giovedì è stata caratterizzata di un equivoco: gli avvocati sono andati via convinti che i loro clienti erano stati prosciolti. Il malinteso è nato dal fatto che alcuni indagati sono stati prosciolti dal capo H (emissione di fatture false), mentre in aula si è capito  (o detto?) capo A.
“Il giudice dopo la lettura del dispositivo non mette a disposizione delle parti il testo in modo da leggerlo attentamente”, ha protestato uno degli avvocati. “Non pretendo di ricevere una copia, costa troppo mi rendo conto, ma almeno poter leggere il dispositivo questo sì”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...