Visita al Cie di Ponte Galeria

Una delegazione della campagna LasciateCIEntrare ha visitato il Cie di Ponte Galeria, Roma, mercoledì scorso.
Un resoconto è stato pubblicato sul sito Sbilanciamoci.
Il centro ospita ancora soltanto donne, dopo che il settore maschile è finito fuori uso in una rivolta avvenuta alcuni mesi fa (gennaio, dice l’articolo, ma forse prima).
“Non possiamo dire che ci trattino male, ma manca la dignità”, spiega una delle recluse. “La dignità che ti dà l’essere autonomi, lavorare, badare a sé stessa o agli altri”.
Un’altra donna è stata arrestata dopo essere andata spontaneamente dalle forze dell’ordine per presentare una denuncia. Il datore di lavoro non l’aveva pagata, e lei prima di rientrare voleva avere ciò che le spettava. Le hanno detto che siccome i suoi documenti erano scaduti sarebbe stata rimpatriata passando attraverso un “centro”. “Ma questo non è un centro, è un carcere”, dice lei. “Il mio compagno si è spaventato quando è venuto a trovarmi da Napoli, e non ci hanno nemmeno fatti incontrare”.
Per il resto, la descrizione della struttura è la stessa che abbiamo letto parecchie volte in questi anni. “Alle mie domande nessuno mi da risposte: devo aspettare sempre”, dice una donna nigeriana in attesa dell’esito del suo ricorso contro il diniego di protezione internazionale. “Intanto non posso fare nulla, guarda intorno, non c’è niente! Siamo tra le sbarre senza avere fatto niente”.
L’articolo si conclude con un verso di una canzone degli Assalti Frontali, scritto tra tante altre frasi su una delle pareti del centro: “La tranquillità è importante ma la libertà è tutto”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...