Genova, nuovo blitz

Nuovo blitz a Genova contro i “parcheggiatori abusivi e vu cumprà” senegalesi. Ne sono stati fermati 12, tre dei quali in un parcheggio, gli altri in un appartamento nel centro storico.
L’esigenza di agire in maniera decisa nei confronti degli africani è nata il mese scorso, a ridosso del Natale, quando vari esponenti delle forze dell’ordine sono rimasti feriti a seguito della reazione violenta ai controlli da parte degli abusivi.
Una grande retata nei loro confronti non era possibile, per mancanza dei posti nei centri di espulsione, per cui si è deciso di procedere gradualmente: man mano che viene comunicata la disponibilità di posti nel Cie di Torino, vengono organizzati i controlli. Coloro che hanno i precedenti penali più preoccupanti vengono portati al centro di espulsione, gli altri rilasciati.
Potrebbe essere andato così anche in questo caso, anche se online non si fa nessun riferimento ai precedenti penali delle persone fermate.
Scrive Liguria Notizie: “Il provvedimento di espulsione sarà adottato nei confronti di soltanto tre fermati perché vi è una limitata disponibilità del Centro di Identificazione ed Espulsione di Torino, dove i clandestini fermati a Genova vengono trasferiti e trattenuti prima di essere rimpatriati. Da qui, l’urgenza di realizzare un Cie anche in Liguria”.
Urgenza che viene sentita soprattutto da vari schieramenti politici ben precisi, ma che in questo caso viene data per scontata.
Il Vostro Giornale, sito di Savona, riferisce di due tunisini accompagnati al Cie di Torino e di un loro connazionale accompagnato al Cie di Bari. Soltanto un accenno, in coda ad un articolo sul rinvenimento da parte della polizia di oggetti rubati sotto un’arcata della carreggiata di Lungomare Matteotti, in un luogo che “fungeva da riparo e bivacco per alcuni senzatetto, probabilmente gli stessi autori dei furti”.
Il sito non fa riferimento ad eventuali precedenti penali dei tre fermati, ma soltanto ad una “inottemperanza ad un decreto di espulsione” da parte di uno di loro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...