Brindisi, arresto convalidato e rimessi in libertà

I tre anarchici arrestati per una iniziativa di protesta di fronte al Cie di Brindisi Restinco sono stati rimessi in libertà, dopo che il Giudice per le Indagini Preliminari ha esaminato il loro caso. L’arresto è stato convalidato, scrive il sito Lecce Prima, e per loro è stato quindi stabilito l’obbligo di dimora nei rispettivi comuni di residenza.
Uno dei tre è stato anche denunciato per “inosservanza del divieto di ritorno nel comune di Brindisi” che era stato stabilito nel novembre scorso per avere preso parte ad una simile iniziativa.
Le accuse nei loro confronti sono di resistenza a pubblico ufficiale e accensioni ed esplosioni pericolose.
Il loro avvocato difensore ha chiesto una perizia sull'”artificio pirotecnico” che è stato sequestrato. Secondo l’accusa si tratterebbe di una bomba carta che i tre avrebbero tentato di lanciare all’interno della struttura (non riuscendoci per via della recinzione); secondo la difesa è un semplice petardo.
In quell’occasione i tre avevano anche esposto uno striscione con la scritta “liberi tutti” e un numero di telefono che i migranti avrebbero potuto chiamare per ottenere consulenza.
Anche a Milano in cronaca giudiziaria c’è qualcosa da segnalare: un attivista migrante è comparso in tribunale, mentre all’esterno si svolgeva un presidio solidale.
Sul sito di Radio Onda d’Urto c’è un lungo comunicato, redatto da alcuni abitanti dei quartieri Giambellino e Lorenteggio.
“Se lottare è un reato, siamo tutti socialmente pericolosi” c’è scritto sul volantino che annuncia il presidio.
In pratica sembra di capire che un giudice civile deve stabilire se il fatto che lo straniero abbia partecipato a varie lotte organizzate sia sintomo di pericolosità sociale, e quindi un buon motivo per espellerlo.
Comunque, la stampa non se ne occupa, e le notizie diffuse dagli attivisti non entrano troppo nel merito.
L’udienza sarebbe stata rimandata alla settimana prossima.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...