3 anarchici ai domiciliari

Tre anarchici sono stati posti agli arresti domiciliari per una nuova iniziativa di protesta di fronte al Cie di Brindisi. E’ già la quinta volta che avviene qualcosa del genere da quando il centro è stato riaperto, pochi mesi fa.
I tre hanno lanciato un grosso petardo illegale, che non ha causato danni alla struttura. Sono stati quindi denunciati per “accensioni ed esplosioni pericolose, esplosione di ordigni per suscitare disordine o tumulto e istigazione a delinquere”.
Secondo l’accusa l’iniziativa era tesa a fomentare una rivolta all’interno della struttura.
A tutto questo si aggiunge il reato di resistenza a pubblico ufficiale, ovvero i tre avrebbero tentato di divincolarsi per sottrarsi all’arresto.
Due di loro erano già noti alle forze dell’ordine: erano stati identificati a settembre del 2014, ad un corteo organizzato per contrapporsi al raduno nazionale di Casapound.
In quell’occasione non ci furono scontri o danneggiamenti, ma la manifestazione non era autorizzata, e alcuni dei manifestanti erano scesi in strada con caschi, bastoni e petardi. Vennero anche segnalate delle minacce nei confronti di un pubblico ufficiale. Gli indagati furono 38.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...