Foto di decapitati sul cellulare: trasferito al Cie di Torino

Un ventiduenne afghano è stato fermato dalla polizia di frontiera di Bardonecchia. Era su un tgv proveniente dalla Francia. Nello zaino aveva sei telefoni cellulari, un satellitare, e 23 sim intestate a persone sconosciute. Nella memoria di un cellulare c’erano anche immagini scattate in zone di guerra, Siria e Iraq. In una si vedono miliziani accanto a teste appena mozzate.
E’ possibile che le abbia trovate sul web, e che non sia direttamente in contatto con i terroristi, ma non è escluso.
Allo straniero non è stato contestato neanche il reato di ricettazione, visto che non è stato possibile dimostrare che i cellulari in suo possesso fossero rubati.
L’uomo è stato portato nel centro di espulsione di Torino.
Gli accertamenti nei suoi confronti proseguono, soprattutto per cercare di capire a chi o a cosa potevano servire tutte le sim che gli sono state trovate addosso.
L’uomo ha detto di essere vissuto per dieci anni a Londra, ma non ha spiegato dove.
Ha detto che stava venendo in Italia per chiedere asilo politico.
Tuttavia non era in grado di parlare né l’italiano né l’inglese, ma soltanto la lingua pashtun.
Per poterlo interrogare è stato necessario far arrivare un interprete da Roma a Torino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...