Brindisi, nuova manifestazione non autorizzata di fronte al Cie

Come sabato 31 ottobre, anche il 7 novembre un gruppo di manifestanti si è riunito di fronte al centro di espulsione di Brindisi, riaperto di recente, per attirare l’attenzione dei reclusi e mostrare loro un numero di telefono da contattare.
Anche stavolta sono intervenute le volanti. 17 persone sono state fermate (o 18, secondo il Corriere del Mezzogiorno) e denunciate per manifestazione non autorizzata, radunata sediziosa in concorso, detenzione e porto di materiale esplodente.
Alcuni di loro avevano già subito lo stesso trattamento la settimana precedente. In molti provengono dalla provincia di Lecce. Stavolta tra i fermati c’era anche un irlandese.
Non ci sono stati danni, lancio di oggetti e scontri, ma la semplice accensione di “fuochi pirotecnici”.
Il centro di espulsione è stato rimesso in funzione il 6 ottobre scorso dopo un lungo periodo di chiusura.
E’ già la terza volta che la riapertura viene contestata.
Il gruppo che ha manifestato ieri era composto di una trentina di persone. Le forze dell’ordine proseguono le indagini per identificare anche i manifestanti che sono riusciti a fuggire sottraendosi al fermo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...