Detenzione illegale e trattamento degradante

La Corte europea per i diritti umani ha condannato l’Italia per aver violato nel 2011 i diritti di tre immigrati clandestini tunisini.
Gli uomini sarebbero stati sottoposti ad un trattamento degradante, prima nel centro di accoglienza di Lampedusa, poi sulle navi ormeggiate nel porto di Palermo e utilizzate per il loro rimpatrio.
Inoltre l’Italia li avrebbe sottoposti a detenzione irregolare priva di una base legale: i tunisini non sono stati messi al corrente dei motivi della reclusione, e non hanno potuto contestarli di fronte ad un tribunale italiano.
Sarebbe stato violato anche il divieto alle espulsioni collettive, dal momento che i tre sono stati rimpatriati in Tunisia senza nessun esame della situazione specifica di ciascuno di loro.
L’Italia è stata condannata a pagare loro 10 mila euro per danni morali, più altri 9.300 di spese legali.
La sentenza però non è ancora definitiva: le parti hanno ancora 3 mesi di tempo per ottenere un riesame della vicenda.
La notizia è stata riportata in breve sul sito del Fatto Quotidiano, ricevendo in poche ore 65 commenti.
Lo stesso sito ha anche pubblicato un testo di Valeria Brigida nel quale si ricostruisce l’atmosfera di quel periodo, anche grazie all’intervista ad uno dei numerosi migranti che si trovarono rinchiusi a Lampedusa nel 2011.
Tra i commenti, ce ne sono molti ostili alla sentenza della Corte europea: “Quando sarà che la corte di Strasburgo condannerà l’agenzia delle entrate per abusi contro il popolo italiano?”, si chiede uno degli utenti del sito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...