L’Unhcr commenta i recenti episodi di intolleranza

L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati ha diffuso un comunicato firmato dal delegato per il Sud Europa Laurens Jolles.
Dopo i recenti episodi di intolleranza avvenuti in Veneto e a Roma, l’Unhcr scrive: “Alimentare consapevolmente la retorica xenofoba e razzista nei confronti dei rifugiati, attribuendogli falsi privilegi e indicandoli come causa di disagio per i cittadini italiani è pericoloso, perché fomenta tensioni sociali di difficile gestione”.
L’agenzia fa notare che in Italia c’è un rifugiato ogni mille abitanti; in Germania ce ne sono due ogni mille abitanti, in Francia 4, in Svezia oltre 14. “E’ vergognoso che si diriga consapevolmente la frustrazione dei cittadini, alimentando comportamenti violenti contro rifugiati e richiedenti asilo che nulla hanno a che vedere con situazioni di disagio sociale. Chi fugge da guerra e persecuzioni non può essere né diventare capro espiatorio”, scrive Jolles.
La notiza è stata riportata da Askanews, con foto di repertorio di migranti appena sbarcati.
A Treviso gli abitanti di Quinto hanno organizzato una protesta dopo l’arrivo di un centinaio di profughi, ospitati in una palazzina bianca di cinque piani. Alcuni italiani, appartenenti a Forza Nuova secondo quanto scrive Repubblica, sono entrati da una finestra e hanno saccheggiato uno degli appartamenti, portando fuori ciabatte, carta igienica, magliette specchi, dentifrici, rasoi… “Porteremo il tutto ai veneti che sono stati colpiti dalla tromba d’aria a Dolo e Mira”, avrebbero annunciato due esponenti di Forza Nuova, sempre secondo quanto scrive Repubblica.
Sei tv al plasma invece sarebbero state date alle fiamme. I siti web hanno pubblicato foto e filmati del rogo di fronte alla palazzina.
A Roma invece la protesta è sfociata in scontri con le forze dell’ordine. Tra i manifestanti c’erano i sostenitori di Casapound. Due persone sono state arrestate, a Casale San Nicola. L’iniziativa voleva contrastare l’arrivo di 19 migranti in una ex scuola. 14 agenti hanno avuto bisogno di medicazioni.
A Treviso i migranti sono stati trasferiti altrove, a Roma invece i rifugiati sono riusciti a raggiungere la struttura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...