Reggio Emilia, cinque accompagnamenti al Cie

Cinque stranieri sono stati accompagnati in un imprecisato Centro di Identificazione ed Espulsione, dopo essere stati fermati nel corso di un blitz a Reggio Emilia.
Dopo che nei mesi scorsi si sono verificati vari incendi nei capannoni dell’area industriale dismessa, le forze dell’ordine hanno deciso di passare al contrattacco.
Squadra Mobile, Prevenzione Crimine, Volanti, Scientifica e Municipale hanno perlustrato la zona, fermando 29 stranieri tra i 20 e i 30 anni. Persone senza fissa dimora, che avevano trovato riparo in alloggi di fortuna.
23 di loro hanno precedenti penali, soprattutto per spaccio di droga e reati contro il patrimonio.
12 risultavano privi dei requisiti per restare in Italia, ma soltanto 5 sono stati portati al Cie.
Uno è stato “denunciato per avere a suo carico un foglio di via dal Comune di Reggio Emilia”, scrive la Gazzetta di Reggio, senza scendere nel dettaglio. Il reato somiglia molto al reato di clandestinità che il Parlamento aveva chiesto al Governo di abrogare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...