La Grecia verso lo ius soli?

Scrive il Sole 24 Ore che il governo Tsipras “ha già preannunciato la volontà di concedere la cittadinanza ai figli di migranti nati in Grecia”.
L’articolo prende spunto da una notizia a cui il giornale francese Le Monde ha dato molto risalto: l'”ammorbidimento” della politica migratoria annunciato dal nuovo governo greco. A quanto pare la permanenza degli immigrati nei centri di identificazione ed espulsione “diventerebbe una libera scelta da parte dei migranti”.
“Una liberalizzazione che non piacerà di certo ai paesi del Nord Europa sempre prodighi di consigli sulle liberalizzazioni che Atene deve fare in materia economica”, ironizza il sito.
“Una vera dichiarazione di guerra verso l’Ue”, dice uno dei lettori.
Il governo greco sta già intervenendo per ottenere il rilascio dei migranti rinchiusi nel centro di espulsione di Amygdaleza, vicino Atene, e ha annunciato l’abolizione dell’operazione Xenios Zeus “il controverso piano di intervento della polizia messo a punto dal precedente governo di Antonis Samaras per contrastare l’immigrazione clandestina”, che è stato duramente criticato da Amnesty International e altre Ong.
Il sito di Repubblica ha rilanciato la notizia della cancellazione di questa operazione, data dal viceministro dell’immigrazione Tasia Christodoulopoulou al sito greco Left.
Sia Repubblica che Il Sole ipotizzano “qualche focolaio di tensione con Anel, il partito di destra che garantisce a Syriza la maggioranza in parlamento”.
In un breve comunicato sul web, Fronte Nazionale (piccolo schieramento italiano di destra radicale) ha manifestato un certo scetticismo nei confronti di Tsipras. “Non ha la benché minima intenzione di portare la Grecia fuori dall’Ue e dall’euro”, scriveva il Fronte il mese scorso. “I media esultano per la sua vittoria e sono proprio quei mezzi di informazione in mano a quei gruppi che attraverso la Ue e la Bce stanno portando i popoli europei alla fame”.
“L’unica promessa che può fare Tsipras, con la certezza di essere mantenuta, è quella di portare l’immigrazione fuori controllo”, si leggeva nel comunicato, “legiferare sullo ius soli per un milione di immigrati residenti oggi in Grecia e legalizzare i matrimoni omosessuali”.
Il giurista Fabio Marcelli, sul sito del Fatto Quotidiano, invece ha scritto un articolo molto positivo nei confronti di Tsipras, che starebbe “tenendo fede ai programmi annunciati: aiuti alle famiglie povere, stop a licenziamenti e privatizzazioni, fine della repressione poliziesca delle manifestazioni, cittadinanza per i figli degli immigrati”.
“Il nodo reale della situazione greca, come anche di quella spagnola, italiana e di altri Paesi, è in effetti il recupero della sovranità, nazionale e popolare, di fronte a poteri irresponsabili e incontrollabili come quelli dei ‘mercati’ e della finanza internazionale”, scrive Marcelli.
Un articolo molto dettagliato sulla storia dell’emigrazione e immigrazione in Grecia è stato pubblicato qualche anno fa, in inglese, sul sito del Migration Policy Institute di Washington.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...