Torino, il cittadino modello fuori dal Cie

Kassim, il marocchino che, dopo essere stato premiato come cittadino modello dai vigili urbani era stato poi rinchiuso nel Centro di Identificazione ed Espulsione di Torino, è stato autorizzato dal giudice di pace a lasciare il Cie.
La notizia è stata pubblicata sul sito del quotidiano torinese La Stampa, che ha seguito tutte le tappe di questa vicenda.
La liberazione dello straniero non vuol dire che il problema si sia risolto: anche se a piede libero, l’uomo risulta tuttora clandestino.
Bisognerà attendere il 20 febbraio per conoscere ulteriori sviluppi, quando ci sarà l’udienza della commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale. Kassim già da molto tempo ha inoltrato la domanda, motivandola col fatto che si è convertito al cristianesimo, e che quindi al suo paese potrebbe subire delle persecuzioni.
In un altro articolo la Stampa aveva scritto che il giudice di pace, per verificare se veramente Kassim si fosse convertito, gli aveva fatto recitare alcune preghiere cristiane.
Kassim lavora in nero come fruttivendolo. Sono stati i vigili a sorprenderlo senza documenti proprio nei pressi del mercato di Porta Palazzo. A novembre 2013 proprio il capo dei vigili aveva premiato pubblicamente Kassim per il suo gesto di restituire prontamente la pistola di un vigile urbano, trovata all’interno di un borsello (in alcuni articoli si dice che era stata “smarrita”, in altri “rubata”).
Di recente ci sono state polemiche in Consiglio Comunale, perché a detta di alcuni, già in quell’occasione bisognava contestargli l’irregolarità della sua permanenza in Italia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...