Fermato un potenziale jihadista

Un ventiseienne pakistano è stato fermato dalla polizia sul luogo di lavoro, a Civitanova Marche.
L’uomo, residente a Macerata, è stato accusato di avere inneggiato alla jihad su Facebook.
Interrogato dalla polizia, ha dichiarato di avere soltanto condiviso alcuni filmati pubblicati da un suo amico pakistano, ma di non avere nessun contatto con cellule terroristiche.
Nonostante questo, a suo carico è stato emesso un decreto di espulsione.
Cosa ne è stato di lui? Dipende. Secondo l’Ansa “Il giovane è stato accompagnato a Fiumicino per prendere il primo aereo diretto in Pakistan”.
La Stampa in edicola oggi invece scrive che l’uomo “è da martedì rinchiuso nel Cie di Torino assieme ad altri islamici colpiti da provvedimenti analoghi in Piemonte”.
Il Corriere Adriatico ha raccolto alcune dichiarazioni del suo avvocato difensore, che fa notare che al giovane non è stato contestato nessun reato specifico, ma è stato espulso soltanto a seguito di una nota molto vaga inviata dal Ministero dell’Interno.
Secondo l’avvocato, lo straniero accusato è “un giovane pacifico, volontario della Croce Verde, tutto meno che un jihadista”.
In questi giorni si parla molto anche dell’espulsione di uno studente turco catturato a Pisa e accusato di essere un potenziale jihadista.
Secondo il Corriere Fiorentino si tratterebbe più di “un brillante studente paranoico (si sentiva costantemente pedinato) che di un aspirante terrorista islamico. Ciò non toglie che potenzialmente non potesse diventare pericoloso”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...