Nato in Italia, espulso

Un 22enne nato a Napoli da genitori serbi è stato portato nel Centro di Identificazione ed Espulsione di Bari.
Lo scrive Venezia Today, raccontando che il ragazzo viveva a San Donà di Piave.
A quanto racconta il suo avvocato, nessuno lo ha informato che compiuti i 18 anni avrebbe dovuto presentare la richiesta di cittadinanza italiana, avendo vissuto in Italia in maniera continuativa.
Ad aggravare la sua condizione ci sono anche problemi con la giustizia, con una condanna per danneggiamenti e stalking oltre che problemi di tossicodipendenza.
Il ragazzo sarebbe anche affetto di disturbi cognitivi. Nel paese dei suoi genitori non conosce nessuno, e non è neanche in grado di parlare la lingua.
Il suo decreto di espulsione è stato convalidato dal giudice di pace di Bari giovedì scorso, dopo un colloquio di tre ore.
Per il giudice “non sono bastati” i documenti presentati dalla difesa, in quanto si trattava di “semplici fotocopie”.
Secondo la difesa, il certificato di nascita era stato rilasciato in copia conforme direttamente dal Comune di Napoli.
Il sito pubblica una foto del ragazzo, e copie dei documenti che lo riguardano.
Intanto dal Piemonte non arrivano aggiornamenti riguardanti la storia di Chiara (nome di fantasia), la ragazza senegalese in Italia da 15 anni, di cui vari siti web avevano parlato alcuni giorni fa, che rischiava l’espulsione per un problema burocratico (il passaporto, che aveva richiesto da tre anni, le era stato consegnato solo dopo l’emissione del decreto di espulsione nei suoi confronti).
Secondo Redattore Sociale la decisione del giudice di pace era attesa per il pomeriggio di martedì scorso.
La ragazza era accusata di avere violato un obbligo di dimora presso la casa dei suoi genitori. La violazione è avvenuta “per ragioni facilmente comprensibili”, secondo quanto ha dichiarato l’avvocato: la ragazza ha denunciato di avere subito maltrattamenti da parte del padre (per cui ha vissuto per anni in una comunità per minori) e abusi sessuali da parte del fratello.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...