Ordinanza a Padova

Il sindaco di Padova Massimo Bitonci ha emesso una ordinanza che impone il divieto di dimora in qualsiasi struttura di accoglienza per persone prive di certificato medico attestante le condizioni sanitarie e l’idoneità a soggiornare, e stabilisce l’obbligo da parte dei soggetti privi di permesso di soggiorno di sottoorsi a visita medica per verificare l’eventuale presenza di malattie infettive, “quali ad esempio la Tbc, l’ebola, la scabbia e l’epatite”.
Melting Pot ha pubblicato un duro commento firmato Nicola Grigion, intitolato “L’ebola abbonda sulla bocca degli stolti”, in cui si accusa il primo cittadino padovano di essere “alle prese con un’altra pesante e rischiosa malattia infettiva e a rischio di contagio, capace di mietere molte più vittime dell’ebola: il razzismo”.
Secondo gli specialisti i migranti che giungono sulle coste siciliane non rappresentano un rischio di importazione di ebola in Italia, almeno al momento. L’incubazione della malattia è di 10 giorni, mentre il viaggio dalle zone dell’infezione all’Italia dura molto di più. Visto che la malattia è “altamente debilitante”, il manifestarsi dei sintomi “impedirebbe loro di arrivare in Italia”.
Se anche arrivasse, non basterebbe certo chiudere le porte agli stranieri, visto che il contagio proseguirebbe anche tramite persone regolarmente soggiornanti sul territorio italiano.
Per quanto riguarda altre malattie, tipo la scabbia, vengono contratte “nella stragrande maggioranza dei casi a causa delle condizioni di vita a cui i migranti sono costretti una volta entrati in Italia”.
Insomma, l’ostilità contro gli stranieri si trasformerebbe in un’ostilità contro i poveri.
Nell’articolo si ironizza anche sul fatto che qualche anno fa si volevano negare le cure mediche agli immigrati privi di permesso di soggiorno. La stessa categoria che oggi si vuole obbligare a sottoporsi a visite mediche.
“L’ordinanza del sindaco suona già come un atto di propaganda”, scrive l’autore.
Secondo AdnKronos altri sindaci avrebbero richiesto una copia dell’ordinanza, nell’ipotesi di adottarla anche nei loro comuni (ma l’agenzia non specifica quali).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...