Che fine hanno fatto gli scafisti?

In un breve articolo pubblicato alla fine della settimana scorsa, il sito del Corriere del Mezzogiorno raccontava che tre scafisti erano stati individuati da polizia, carabinieri e guardia di finanza.
I tre erano al comando di alcuni gommoni soccorsi dalla Marina Militare nel Canale di Sicilia il 16 settembre.
Sulle imbarcazioni c’erano 130 profughi, sbarcati successivamente a Pozzallo.
I tre avrebbero già confessato. Il sito non racconta che cosa ne è stato di loro. Altri tre componenti dell’equipaggio erano stati “fermati”. Anche in questo caso, il sito non racconta i successivi sviluppi della storia, a distanza di una settimana.
Mercoledì scorso il deputato leghista Filippo Busin ha interrogato il ministro dell’Interno Alfano a proposito della gestione dell’immigrazione. “Con Mare Nostrum lo Stato ha regalato agli scafisti 500 milioni di euro”, ha detto il parlamentare, secondo quanto riporta l’agenzia Asca. “I morti sono quadruplicati nell’ultimo anno, raggiungendo l’allarmante picco di 2600 vittime, e agli scafisti è stata offerta la garanzia di riuscita delle traversate, compiute con imbarcazioni sempre più fatiscenti.
Secondo Busin il governo starebbe “sottovalutando il rischio di infiltrazioni terroristiche tra i clandestini sbarcati”.
L’articolo dell’Asca non riportava la risposta di Alfano.
Su Diretta News c’è una sintesi delle dichiarazioni rilasciate dal Ministro nel corso del question time.
Alfano ha fornito alcuni dati: i morti rinvenuti nel corso dell’operazione Mare Nostrum sono 499. I dispersi sarebbero oltre 1400, a fronte di 91 mila persone messe in salvo.
A proposito degli scafisti invece ha dichiarato: “Da quando abbiamo iniziato l’operazione sono stati arrestati oltre 500 mercanti di morte”.
Già, ma dopo l’arresto? Devono scontare una pena, o vengono espulsi, cioè riportati nel paese di provenienza?
I mass media non lo raccontano. Così c’è anche chi immagina che si stiano godendo i milioni di euro che il Governo avrebbe regalato loro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...