Varese, 8 mila euro di risarcimento

La Prefettura di Varese dovrà risarcire 8 mila euro ad una coppia di sposi a cui il sindaco di Tradate aveva negato le nozze.
Lo racconta il sito Varese News.
I fatti risalgono al 2008. Un uomo albanese e una donna italiana si erano presentati in comune per sposarsi. Il sindaco, oggi senatore della lega, si era rifiutato di celebrare il matrimonio, dopo avere constatato che lui non aveva il permesso di soggiorno in Italia.
Così l’uomo era stato portato in un centro di espulsione ed espulso in brevissimo tempo.
La donna era andata in Albania, e il matrimonio era stato celebrato lì. Così lui era potuto tornare in Italia grazie al ricongiungimento familiare. E iniziare così una causa contro il comune di Tradate.
Ora è arrivata la sentenza, in cui si è stabilito che il municipio di Tradate non ha colpe, perché l’ufficiale di stato civile che celebra il matrimonio non rappresenta il Comune, bensì lo Stato. Quindi doccherebbe alla Prefettura rimborsare gli sposi. La proposta risarcitoria è stata di 8 mila euro, a cui saranno aggiunte le spese legali.
Secondo il sito, ora lo stato potrebbe decidere di citare come corresponsabile l’ex sindaco di Tradate, chiedendo a lui un risarcimento.
Apparentemente l’ex sindaco, pur essendo tuttora parlamentare, non ha un sito web ufficiale.
I siti web di informazione hanno riportato di recente sue dichiarazioni su vari argomenti, ma nessuno gli ha chiesto finora di commentare questa notizia che lo riguarda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...