Gradisca, il M5s sulla questione profughi

Il sito Dovatu riporta varie dichiarazioni di esponenti Friulani del Movimento Cinque Stelle, a proposito della questione dei profughi ospitati in regione.
A quanto pare il Prefetto di Gorizia avrebbe detto che l’isontino è inospitale (dichiarazione che non risulta sui siti web d’informazione). Il consigliere comunale del Movimento Michele Freschi gli risponde “Non siamo inospitali, siamo saturi!”.
Altre dichiarazioni che vengono riportate sono quelle della consigliera regionale Ilaria Zovo, e si riferiscono alle persone che si sono accampate sulla riva dell’Isonzo. Si parla di baraccopoli invisibili che si ampliano diventando comunità di quasi 100 persone.
Il consigliere Freschi ha presentato pochi giorni fa un’interrogazione in cui chiede se sia stato avvisato il Ministero dell’Interno e la Prefettura della presenza di questi accampamenti, in vista dello smistamento di eventuali richiedenti asilo all’interno di apposite strutture.
Raccontano gli esponenti del Movimento che la situazione dei dipendenti della cooperativa Connecting People (che si occupa del centro di accoglienza di Gradisca) è ancora difficile: si parla di quattro mesi di stipendi arretrati.
Pochi giorni fa si è parlato di Connecting People anche in Senato, nel corso di un’interrogazione. “Ad aggravare ulteriormente la situazione vi è la pesante crisi finanziaria in cui versa ormai dal 2012 il consorzio Connecting People, a cui è stata affidata la gestione dello stesso Cara, che a fine marzo ha licenziato 9 operatori (mediatori linguistici) e che ha in carico anche la prima assistenza sanitaria presso la stessa struttura, assistenza sottodimensionata rispetto alle nuove esigenze”, ha detto una senatrice del Pd (apparentemente senza ricevere risposte).
I mass media online non approfondiscono i motivi di questa difficile situazione economica.
Secondo il Movimento 5 Stelle il compito del Prefetto, visto che il Cara di Gradisca è pieno, e considerato anche il fatto che lo stesso Cara è una “struttura fortemente impattante”, dovrebbbe attivarsi per portare i profughi “in un’altra regione e in luoghi dove si possa garantire la loro incolumità fisica e la loro dignità”. Compito difficile visto che la ripartizione viene fatta dall’alto, e che le altre regioni non sono molto più attrezzate del Friuli.
Il sito dei Radicali riporta un articolo del Messaggero Veneto in cui si racconta del tentativo di smistare alcuni dei profughi che si erano accampati sulle rive dell’isonzo, portati nelle tende della Protezione Civile allestite in un campo di calcio, in attesa di essere smistati in varie strutture (su una delle quali sono già apparse scritte razziste).
Il consiglio comunale di Gorizia discuterà dell’argomento nella prossima riunione, il 29 settembre.

Annunci

One thought on “Gradisca, il M5s sulla questione profughi

  1. «Spiace dirlo ma l’Isontino non è ospitale. Avevo chiesto la disponibilità dei Comuni a ospitare i profughi accampati in riva all’Isonzo ma non sono arrivate né risposte né proposte concrete. La conclusione? Il territorio non vuole farsi carico degli immigrati: purtroppo è così». Non nasconde la sua cocente delusione il prefetto Vittorio Zappalorto. – IL PICCOLO 9 settembre 2014

    http://ricerca.gelocal.it/ilpiccolo/archivio/ilpiccolo/2014/09/09/NZ_15_01.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...