Caltanissetta, due agenti feriti

Due agenti di polizia sono stati feriti a Caltanissetta da un tunisino 27enne che voleva evitare il rimpatrio.
L’uomo ha prima compiuto degli atti di autolesionismo per essere portato in ospedale. Dopodiché, una volta medicato, si è scagliato contro una porta finestra nell’androne nei pressi del pronto soccorso, mandandola in frantumi. Afferrato un frammento di vetro, ha aggredito i poliziotti, provocando loro dei tagli alle braccia. E’ stato necessario l’intervento di due volanti per bloccare l’uomo, che è poi stato sottoposto ad un intervento chiurgico a causa dei tagli profondi che si era inferto durante la colluttazione.
Lo straniero è stato “tratto in arresto per i reati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento”, scrive il sito Il Fatto Nisseno, senza fornire ulteriori dettagli. Dove è stato portato? Quanto tempo ci rimarrà?
I siti di informazione poi non forniscono altri dettagli sullo straniero in questione. Non si sa come si chiama, da quanto tempo si trovava nel Cie, se aveva precedenti penali, di che tipo, eccetera. Accanto all’articolo al massimo viene messa qualche foto di repertorio delle recinzioni del Cie.
Il rimpatrio previsto di altri 18 stranieri sembra sia proseguito regolarmente.
Pochi giorni fa a Caltanissetta c’è stata una rivolta, che ha portato al ferimento di sei operatori delle forze dell’ordine, tra poliziotti, carabinieri e militari dell’esercito. Già nessuno se ne ricorda più.
La notizia di quanto è avvenuto a Caltanissetta è stata riportata anche da AdnKronos, e ripresa da Libero quotidiano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...