La Lega contro Alfano

Il mese scorso il deputato leghista Nicola Molteni ha chiesto le dimissioni del Ministro dell’Interno Angelino Alfano, nonché del commissario europeo Cecilia Malmstrom per il modo in cui è gestita l’attuale emergenza sbarchi.
“Il paese è sotto l’attacco di un’invasione incontrollata e senza precedenti”, ha detto l’onorevole della Lega. “Contiamo 17 morti solo nelle ultime ore, 30 mila clandestini a spasso per l’Italia a spese nostre e intanto Alfano e il commissario europeo giocano allo scaricabarile rimpallandosi le responsabilità”.
Molteni in quell’occasione ha parlato di “fallimento del governo” e di “dimostrazione dell’incapacità di un commissario, la Malmstrom, che non è stata eletta da nessuno e non conosce il problema”.
I 17 morti a cui si riferiva il deputato sono quelli di un naufragio avvenuto a maggio al largo delle coste libiche. In un articolo di Repubblica, una decina di giorni fa, si legge che solo cinque di loro sono stati identificati. Uno era quello di una donna incinta.
Tra i corpi non identificati ci sono quelli di due bambine.
Repubblica scriveva che le bare, sigillate nella camera mortuaria del cimitero di Catania, sarebbero state seppellite nella grande fossa comune dello stesso cimitero, senza un funerale.
Il presidente della comunità islamica siciliana e il presidente della comunità siro-palestinese in Italia avevano protestato contro la “dimenticanza da parte delle autorità”.
Un rito funebre multireligioso è stato poi celebrato la settimana scorsa da un arcivescovo, un imam e rappresentanti della comunità copta. Erano presenti anche le autorità locali.
Sull’imbarcazione naufragata c’erano circa 450 persone. Se ne sono salvate poco più di 200.
Il commissario europeo per gli affari interni, Cecilia Malmstrom, aveva telefonato al ministro Alfano per esprimere “ancora una volta le mie condoglianze per i recenti tragici eventi e la riconoscenza della commissione europea per l’eccellente lavoro che l’Italia sta facendo”.
La telefonata seguiva una serie di polemiche, incomprensioni e accuse reciproche che erano state avanzate proprio a seguito di quel naufragio.
Secondo il portavoce della Malmstrom, l’Italia non aveva fornito “indicazioni precise” su “quali misure concrete possano essere messe in campo”.
Alfano aveva risposto pubblicamente dicendo che “l’Europa deve andare in Africa” e che il soccorso in mare deve essere fatto tramite l’agenzia Frontex.
Secondo il ministro l’operazione Mare Nostrum costa 300 mila euro al giorno, al momento tutti a carico dell’Italia.
Già ad aprile c’è stata forte tensione tra Alfano e i leghisti in occasione di un confronto in aula. “Noi non baratteremo mai 19 mila vite umane salvate con un punto percentuale alle elezioni”, aveva detto il ministro.
Gli aveva risposto il segretario della Lega Salvini: “Alfano usa i morti in mare per difendere la sua poltrona”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...